Dizionarietto italiano – siciliano

N.B. Si è pensato di scinderlo in quattro parti:

- la prima ivi comprendendovi Aggettivi (agg), Avverbi (avv), Congiunzioni (con), Esclamazioni (esc), Numerali (num), Pronomi (pro), Sostantivi (sos) e Verbi (ver);

- la seconda i vocaboli genericamente immateriali ma in stretto rapporto con la vita dell’uomo;

- la terza i vocaboli più specificatamente vicini alla abitazione e ai rapporti umani;

- la quarta i vocaboli attinenti le attività e l’uso proprio delle cose.

 

Prima parte

addosso (avv) dinkoddu

aizzare (ver) nfutari

andare (ver) iri

aprire (ver) grapiri

avvicinare (ver) nkugnari

bello (agg) beddu

bere (ver) biviri

breve (agg) kurtu

brutto (agg) ladiu

cattivo (agg) tintu

caspita (esc) mizzika

centomila (num) centuvotimiddi

chiedere (ver) adumannari

comprare (ver) akattari

cortese (agg) galanti

cucinare (ver) kociri

dente canino (sos) skaghuni

dove (avv) unni

elegante (agg) azizatu

evitare (ver) skansari

fessura (sos) xakka

forse (avv) alivoti

giovane (agg) piccottu

indietro (avv) nnarreri

mezzo (num) menzu

milione (num) middimighara

mille (num) middi

nessuno (pro) nuddu

orlo (sos) refiku

pazzo (agg) foddi

perché (con) pikí

piccolo (agg) niku

piovere (ver) choviri

poco (agg) pikka

prendere (ver) pighari

quello (pro) kiddu

rammendare (ver) sarciri

salire (ver) achanari

sedersi (ver) asittarisi

sopra (avv) susu

sorgere (ver) naxiri

sotto (avv) iusu

spegnere (ver) stutari

sporco (agg) lordu

spostare (ver) skugnari

stridulo (agg) skirdignu

svoltare (ver) jrari

versare (ver) sdivakari

vivere (ver) kampari

 

Seconda parte

dei COLORI: arancione – arancu, azzurro – azolu, bianco – ianku, celeste – cilestru, giallo – jarnu, grigio – gricu, marrone – marrò, nero – niuru.

delle MALATTIE: emorragia – murraja, febbre – frevi, insolazione – korpu di suli, lussazione – sdilukatura, ospedale – spitali, otite – duluri d’aricha, polmonite – prumunia, raffredore – nanfara, scottatura – bruxatura, vomito – skuncertu.

della NATURA: agave – zammara, bosco – vosku, collina – muntagnola, Etna – Munjbeddu, fiume – xumi, golfo – kala, palma nana – cafaghuni, palude – marju, pianura – chana, spiaggia – praia, torrente – xumara, valle – vaddi.

dell’ORIENTAMENTO: cantone – kantunera, cortile – baghu, destra – dritta, diritto – dirittu, discesa – xinnuta, marciapiede – bankina, per di là – ddabanna, per di qua – kkabanna, piazza – chanu, salita – achanata, sentiero – violu, sinistra – manka, via – strata, vicolo – vanedda orba, viuzza – vanedda.

degli STATI D’ANIMO: allegro – fistanti, deciso – risulutu, diffidente – suspittusu, felice – kuntentu, iroso – irakunnu, raffinato – akavaliratu, simpatico – jniusu, stanco – strakku, taciturno – mutangaru, triste – tristu.

del TEMPO: autunno/inverno – nvirnata, brina – jlata, caldo – kaudu, fulmine – saitta, grandine – grannula, nebbia – negha, ombrello – parakua, pioggerella – nivarrata, primavera/estate – staxuni, rugiada – akuazzina, tramonto – kuddata.

 

Terza parte

della CASA: armadio – guardaroba, cassapanca – kaxa, comò – kantaranu, cuscino – kuscinu, divano – kanapè, panca – banku, poltrona – putruna, secchio – katu, sedia – seja, sgabello – bankiceddu.

della CUCINA: antipasto – sbroghapitittu, dolci – kosi duci, formaggio – tumazzu, frutta – fruttami, frutta secca – skaccu, graticola – gradigha, mandorlata – minnulata, olio – oghu, salsa – sausa.

della FAMIGLIA: bisnonno – katanannu, cugino – kuxinu, gemello – jemmulu, moglie – mugheri, zio – zzu.

dei SALUTI: a favorire – gradissi, buongiorno – una bona iurnata, buon appetito – bon pru, mi benedica – sabinidika, si accomodi – s’akumudassi.

 

 Quarta parte

dell’ABBIGLIAMENTO: borsa – vurza, calze – kauzetti, ciabatta – tappina, fazzoletto – mukkaturi, guanti – nguanta, pantalone – kauzi, sarto – kustureri, sciarpa – faxikoddu.

dei MESTIERI: barbiere – varberi, bottega – putia, cantastorie – kuntastorî, cascinaio – zammataru, ebanista – skritturiaru, fabbro – firraru, farmacista – spiziali, gelatiere – jlataru, giardiniere – iardinaru, idraulico – funtaneri, imbianchino – abiankiaturi, macellaio – vucceri, pizzicagnolo – zagataru, tessitrice – karera, vasaio – stazzunaru.

della MUSICA: clarinetto – krarinu, opera dei pupi – opra dî pupi, scaccia pensieri – marranzanu, tamburo – tammuru, zufolo – friskalettu.